Home » Recensioni

Recensioni

Ammiraglio Paolo Pagnottella sito marinai d'Italia

Ammiraglio Paolo Pagnottella sito marinai d'Italia - Pino Sammartano scrittore

Gentili amici vorrei farvi conoscere la recensione del mio libro da parte dell’Amm. Paolo Pagnottella nostro Presidente ANMI .Tale recensione è visibile nel sito Marinai D’Italia. L'immagine della copertina si riferisce alla prima edizione del 2013.

Grazie dell’attenzione

Pino Sammartano -  PALINURO NAVE D’OMBRA – Edizioni www.ilmiolibro.it – Euro 11.00
Recensione di Paolo Pagnottella
E’ molto di più di una fantasia letteraria, vi ho colto tanto affetto per la Nave, per il periodo trascorso a bordo, per gli amici di bordo e questo è genuino spirito marinaro. La storia porta per mano il lettore  a  vivere a bordo, con i riti, le consuetudini, i linguaggi di bordo , e questa è opera di cultura marinara.
Il libro mescola appropriatamente horror, mistero, esoterismo, un pizzico di sensualità, tutti ingredienti di buona attrattiva,  e li porta a bordo: precisa, e fa molto bene, che nulla è accaduto veramente di quanto descrive e tranquillizza tutti alla fine, quando il buon Comandante Louis Richard riprende pieno possesso della “sua” nave e viene ricordato il gran timoniere Palinuro, il cui corpo fu gettato in mare ma, ritrovato da Enea, eroe immortale, fu da questi sepolto e sarà  perennemente ricordato dalla geografia del Capo omonimo. La tradizione marinara e le leggende dei grandi marinai hanno il loro epilogo trionfante e mai lugubre!
La storia è di piacevole lettura, scorre con disinvoltura, attrae fino al termine: un bello scritto, segno di una fantasia matura e coltivata. Fa trascorrere in serenità un buon tempo di lettura.    Recensione dell’Ammiraglio Paolo Pagnottella presidente ANMI 

 visibile nel sito   Marinai D’Italia. e nell'edizione cartacea della rivista nel numero di Gennaio 2014

 www.ilmiolibro.it       www.pinosammartano.it

 

http://www.marinaiditalia.com/?page_id=1004

 - Pino Sammartano scrittore
  1.  EZIO VINCIGUERRA 

    Caro Pino, ho terminato di rileggere il tuo libro proprio in questo momento e l’ho letto tutto d’un fiato (uso questa tecnica quando mi piace).
    E’ un racconto amaro e avvincente, capace di far sentire i profumi e il dolore, l’amicizia e la differenza di classe, l’orgoglio dell’appartenenza. E’ un libro quasi profetico, per quella profeticità dei personaggi che hai fatto incontrare e dialogare in una sorta di escalation che tengono incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina (citazioni comprese sia letterarie che musicali). Hai avuto il coraggio di partire per una navigazione che va ben aldilà di ogni sicura risposta, e quindi certezza, toccando porti di quel Mare Nostrum e della nostra terra di Sicilia a cui hai voluto omaggiare Verga e i suoi luoghi di antica tradizione storico-culturale. Con un linguaggio semplice ma avvincente, il dolore dei protagonisti è ridotto all’osso e il loro perseverare impera sulle vite come nutrimento sano, mai inquinato da superbia o egoismo nei confronti dello sfortunato Comandante e del suo dolore che lo perseguita. Dalla lettura emerge anche la passione per la musica, l’intenso ma delicato amore per il mare e anche l’attaccamento alla nostra terra, la Sicilia “crocevia di popoli, di sofferenze e regina madre del Mediterraneo”. Buona fortuna amico mio e buon viaggio per i mari che la vita ti inviterà a solcare.

 

Caro Ezio sono commosso dalle tue parole dettate da un sentimento vero di uomo di mare ,ti giuro ho la pelle d’oca ,quasi tutti i personaggi sono veri il Bullone e il Galeano citati nel libro sono veramente mancati su delle navi in situazioni tragiche, ed erano veramente persone splendide.Anche se mi involo nei miei racconti in fantastiche escursioni ,non mi allontano poi molto dal privato ,ti ringrazio ancora dell’augurio ne ho bisogno, per molti motivi,dalla crisi esistenziale che mi porto dietro da tempo immemorabile, alla voglia di di lasciare un piccolo segno del mio passaggio su questo pianeta. E non ultimo, vorrei vendere qualche copia dei miei libri per compensare le spese profuse per questa avventura letteraria, ma hai me molto costosa. Ti abbraccio e spero in una occasione prossima di incontrarti di persona. Ciao.

 

Pino Sammartano

 Gentile Ezio,
ho letto subito il tuo libro di struggente malinconia, quanti sogni comuni ritrovati, quanto profumo di Sicilia antica ritrovato, traspariva l’immagine di perfetti cannoli siciliani nella descrizione di quel vecchio pasticcere così da te bene descritto. I ricordi del cuore, come canta il maestro Minghi, rimangono e il carattere dei vecchi genitori cosi profondamente radicati nella storia di questa antica nazione che è la Sicilia . Perché nonché se ne dica, quella terra ha la prerogativa di Nazione ,persino i detrattori, quando malignamente in un delinquente sottolineano l’origine siciliana inconsapevolmente danno alla Sicilia lo status di nazione . Mai un delinquente viene paradigmato di origine piemontese, lombardo etc.. I conquistatori che si stabilivano in Sicilia ne abbracciavano la “Sicilianitudine “ descritta da Sciascia diventando essi stessi siciliani, mentre i siciliani non divenivano Greci Romani o Arabi o Spagnoli. Situazione così bene descritta nel Gattopardo di Tomasi di Lampedusa . A sua volta il siciliano rimane anche dopo anni di emigrazione “ Di Poppa” come tu bene descrivi profondamente ,”Isolano”.
Peccato che nel libro tu ti fermi alla pubertà non spingendoti oltre, mi sarebbe piaciuto ci avessi racconto il vissuto adulto e l’impatto con la con le responsabilità e un po’ di marina sarà per il secondo libro.
Se vai nel mio profilo Fb troverai molte passioni comuni come l’amore per la musica , ho cominciato a suonare una tastiera Farfisa Rodeo a trent’anni, tropo tardi, suono malissimo, ma quanto basta per poter comporre qualche canzone ,come “Palinuro Nave D’ombra “ che potrai ascoltare nel mio sito su You tube o nel mio profilo fb.
Un caldo abbraccio e alla prossima, fammi sapere del mio libro Ciao.

Contrammiraglio Antonio Politi

Contrammiraglio Antonio Politi - Pino Sammartano scrittore
Antonio Politi <antoniopoliti56@virgilio.it>

   
 
 
 
 
 
 

Carissimo Pino Sammartano

ho appena finito di leggere il Tuo bellissimo romanzo, così avvincente, che mi ha riportato alla mente tanti ricordi di bellissime esperienze vissute durante i miei periodi d’imbarco soprattutto sul Vespucci. Sento altresì il dovere di far conoscere la Tua opera a tutti i Soci dei Gruppi della Campania iniziando  proprio qui da Napoli, dove il libro resterà custodito in futuro nella biblioteca della sede, in particolare lo presenterò il prossimo 25 aprile a margine della solenne cerimonia di commemorazione al Monumento al Marinaio.  

Affettuosi saluti.  

Antonio Politi

  

Nostromo Antonello Marras

Nostromo Antonello Marras - Pino Sammartano scrittore

 

Recensione di Capo Antonello Marras Nostromo per 8 anni della Palinuro

Cari amici del gruppo vorrei sottoporre alla vostra attenzione un bel libro che parla del Palinuro scritto da un ex Elettricista imbarcato nel 1971, parla della vita di bordo nel suo insieme, storia vera, fantasia,horror esoterismo con finale thrilling. La storia è di piacevole lettura scorre con disinvoltura attrae sino all'ultimo rigo. Compratelo e non ve ne pentirete è come ritornare sulla nave e riprendere e rivivere le attività di bordo.

Visibile nel Profilo Facebook Palinuro 88

Recensione di Palinuro Nave D'Ombra

Recensione di Palinuro Nave D'Ombra - Pino Sammartano scrittore

Recensione sulla rivista MARINAI D'ITALIA nel numero di Gennaio 2014

Pino Sammartano scrittore

Torino in veste autunnale, e con i suoi fiumi in piena รจ teatro di una breve e intensa storia d'amore tra un giovane ,ed una impenetrabile signora,dark lady in una gotic story.

Pino Sammartano scrittore

palinuro nave d'ombra